Author: repetto_wp

[vc_row row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern" css_animation=""][vc_column][vc_column_text css=".vc_custom_1473668307694{margin-bottom: 40px !important;}"]Siamo orgogliosi di annunciare che siamo i primi wine broker certificate IFS Broker in Italia Visualizza il certificato »[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]
[vc_row row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern" css_animation=""][vc_column][vc_column_text css=".vc_custom_1473667590692{margin-bottom: 40px !important;}"]

Ormai in prossimità della vendemmia 2016 la regione Veneto ha organizzato, come da molti anni, in collaborazione con Veneto Agricoltura, AVEPA e CREA, una conferenza riguardante le previsioni vendemmiali 2016 nel Veneto, nel Nord Est, in Italia e nei principali Paesi vitivinicoli dell’Unione Europea.

Durante questa conferenza sono stati fatti collegamenti con diverse persone in rappresentanze delle principali regioni vitivinicole italiane, più Spagna e Francia.

Facendo un riassunto per regione le previsioni vendemmiali sono le seguenti:

  • Veneto: Situazione differente a seconda delle provincie ma si prospetta un quantitativo più o meno simile all’anno scorso, si prevedono produzioni di: 9.608.644 ql di uva bianca e 3.019.416 ql di uva rossa. Annata molto predisposta per la produzione di spumanti, le uve a bacca rossa sono state fortemente colpite da malattie, ciò causerà una diminuzione della produzione.

Analizzando le varie regioni:

TREVISO: + 7% uva bianca e – 20% uva rossa

VENEZIA: + 3% uva bianca e – 20& uva rossa

ROVIGO: + 10/15% uva bianca e + 10/15% uva rossa

PADOVA: situazione invariata dall’anno scorso

VERONA: situazione invariata dall’anno scorso

VICENZA: - 5% uva bianca e invariata rispetto all’anno scorso l’uva rossa

BELLUNO: + 15/20% uva bianca e +15% uva rossa

  • Piemonte: La situazione presenta una maturazione migliore rispetto al 2014, in ritardo invece rispetto al 2015. Nonostante qualche grandinata ci sono buone prospettive, soprattutto grazie al fresco notturno e alle giornate soleggiate. Si prevede un incremento di produzione del 5% rispetto al 2015.
  • Emilia Romagna: Vendemmia che si prospetta ottima e abbondante, dal 3 al 5 % in più. Si presenta però un ritardo nella data di vendemmia di 10 giorni circa rispetto al 2015. Per quanto riguarda il trebbiano si prevede una produzione ottimale, circa 7.500.000 ql di uva.
  • Toscana: Prevista una riduzione di prodotto in alcune zone, colpite da grandine, soprattutto nella zona interna dell’aretino. Vendemmia già iniziata nella zona costiera della maremma, a livello regionale è prevista una diminuzione del 3 / 5 %, però qualitativamente parlando si prevede un annata buona se non ottima.
  • Puglia: Vendemmia delle precoci iniziata da poco, grazie ad un buon clima non ci sono stati particolari problemi come nella vendemmia 2015. Quantitativamente parlando è previsto un 10% in più nella regione.
  • Trentino alto Adige: Nella provincia di Trento è previsto un calo di produzione del 15% nelle varietà a bacca bianca a causa di malattie, colatura ed acinellatura. Nelle varietà rosse ci si attende un 10% in meno. Per quanto riguarda la provincia di Bolzano è prevista una vendemmia più contenuta, dal 5 al 10% per in meno, a causa sempre di problemi fitosanitari verificati durante il periodo vegetativo. I vitigni bianchi dovrebbero mantenere lo stesso quantitativo, i maggiori problemi sono nei rossi.
  • Friuli Venezia Giulia: La resa stimata in questa regione è in linea con la produzione del 2015, eccezione per qualche vitigno a bacca rossa dove verrà registrato un decremento di produzione dell’ordine del 3/5%.
  • Sicilia: Come da tradizione è la prima regione italiana ad iniziare la vendemmia, le precoci sono già state raccolte presentando già un calo di produzione. Si stima fino ad un 10 – 15% in meno.
  • Abruzzo: Raccolti i primi Chardonnay, quantitativo paragonabile allo scorso anno. Per le altre uve si attende  forse un leggero incremento quantitativo. Uve bianche di buona qualità, qualche problema per le rosse.
  • Marche: forti attacchi di peronospora non fanno fare buone previsione di quantità. In particolare colpite le uve rosse.
  • Francia: Problemi di quantità dovuti alle grandi gelati tardive nelle zone Champagne, Borgogna e Loira. Le zone del Bordeaux e Languedoc invece avranno una vendemmia paragonabile al 2015.

Viene stimata una produzione totale di 44.000.000 hl, che rappresenta una diminuzione del 8% rispetto al 2015 e una diminuzione del 4% rispetto alla media degli ultimi cinque anni.

  • Spagna: 10 giorni di ritardo rispetto alla vendemmia 2015, si aspettano una vendemmia normale, a differenza di quanto detto nei mesi precedenti, cercando di salvaguardare la qualità a discapito della quantità. Prevista una produzione 41.000.000 / 42.000.000 hl.
[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]
[vc_row row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern" css_animation=""][vc_column][vc_column_text css=".vc_custom_1470822027145{margin-bottom: 40px !important;}"]Vi informiamo che la ns. agenzia rimarra' chiusa per ferie dal 04 agosto al 21 agosto 2016 (compresi) Dall’8 al 12 agosto saranno comunque reperibili il Sig. Corrado Carli e il Sig. Federico Repetto[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]
[vc_row row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern" css_animation=""][vc_column][vc_column_text css=".vc_custom_1469627435245{margin-bottom: 40px !important;}"]La vendemmia 2016 si avvicina  e possiamo sostanzialmente confermare in quasi tutte le Regioni un andamento  regolare dello sviluppo vegetativo. Alcuni problemi si registrano nel Nord Italia dove le ripetute piogge cadute  nel mese di Maggio e ad inizio Giugno hanno condizionato la fioritura con conseguente acinellatura dei grappoli ed hanno creato alcuni attacchi di peronospora che rischiano di ridurre la produzione dal punto di vista quantitativo. Anche in Sicilia purtroppo si registrano attacchi di peronospora ed oidio con conseguente previsione di un calo produttivo. Si ritiene pertanto che, causa anche alcune grandinate cadute in questi ultimi giorni, la prossima annata potrà difficilmente eguagliare quella del 2015. Al momento il mercato è sostanzialmente fermo. Pochi gli scambi e prezzi che si mantengono stabili. C’è ancora incertezza sul passaggio del Pinot grigio da Igp a DOC Venezie, ma  a breve, visto l’ imminente raccolta, dovrà essere fatta assolutamente chiarezza su questa situazione che si protrae oramai da mesi.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]
[vc_row row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern" css_animation=""][vc_column][vc_column_text css=".vc_custom_1468335264039{margin-bottom: 40px !important;}"]Aggiornate tutte le categorie territoriali con le quotazioni dei vini per il mese di Giugno. Visita la sezione “Mercato Vini”.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]
[vc_row row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern" css_animation=""][vc_column][vc_column_text css=".vc_custom_1468328004293{margin-bottom: 40px !important;}"]Finalmente online il nuovo sito web della nostra agenzia, completamente rinnovato per fornire una visione più completa della nostra offerta di servizi e offrire ai nostri clienti e visitatori strumenti per comprendere meglio il mercato del settore.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]
[vc_row row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern" css_animation=""][vc_column][vc_column_text]Siamo orgogliosi di presentarvi il nostro nuovo logo aziendale, che incorpora nella lettera “R” l’ebulliometro di Malligand, strumento classico per la misura del grado alcolometrico del vino, mantenendo così la continuità con il precedente logo e con la tradizione lavorativa. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern" css_animation=""][vc_column][vc_single_image image="707" img_size="full" alignment="center" qode_css_animation="" css=".vc_custom_1468327672959{margin-top: 40px !important;margin-bottom: 40px !important;}"][/vc_column][/vc_row]